Muoversi a Londra

Tutte le informazioni per programmare un soggiorno a Londra e girare la città in modo conveniente e veloce

Muoversi a Londra può risultare molto costoso se non si scelgono i mezzi più adeguati e i corretti titoli di viaggio. Ecco qui per voi una breve guida per scegliere quelli più adatti alle vostre esigenze.

In metropolitana 

La famosa Tube di Londra comprende 12 linee divise per colori che collegano tra loro 6 delle 9 zone in cui è divisa la città, mentre le restanti 3 si trovano in periferia e vengono servite da alcune linee ferroviarie. Le due zone di maggiore interesse turistico sono la 1 e la 2, dove si trovano quasi tutti i monumenti e i luoghi più importanti della Capitale inglese.
La metropolitana di Londra è la più antica del mondo e le sue linee sono state costruite in diversi periodi storici. Per questo e per altri motivi, alcune delle linee sono veloci, mentre altre sono più lente. Ecco alcuni consigli su quali prendere e quali evitare per spostarsi al meglio in città:

Victoria Line (azzurra): si tratta della linea più veloce, che permette di attraversare Londra da sud-ovest a nord-est in maniera rapida. Ha infatti poche fermate e procede veloce e spedita. 

Piccadilly (blu), Jubilee (grigio) e Bakerloo (marrone): anche queste linee sono piuttosto veloci e consigliate. La Jubilee è molto veloce ma, essendo tra le più nuove, è situata ad una profondità maggiore rispetto alle altre. Ciò implica maggiori tempi di percorrenza per raggiungere il binario sotterraneo dalla superficie (circa 10-15 minuti). La tratta tra Westminster e Canary Wharf è modernissima e vale la pena utilizzarla. Un sistema di porte vetrate e sincronizzate con l’arrivo del treno la rende la più sicura di tutta la rete metropolitana. 

Central Line (rossa): utilissima, di media velocità, questa è una delle linee più antiche e piena di gente. Probabilmente non potrete evitare di prenderla, ma se riuscite, evitate le ore di punta.

Northern line (nera): conosciuta come la “Misery Line”, in realtà questo appellativo oggi è ingiustificato. Prendetela, non è poi così male. 

Circle Line (gialla): lenta, zeppa di fermate, utile solo per spostamenti occasionali. Il suo percorso si sovrappone spesso ad altre linee. Se potete, utilizzate le altre. 

District line (verde): da evitare se potete, specialmente il tratto che si dirige a sud-ovest. Earl’s Court, luogo di scambio dei diversi rami  della District, è un crocevia lento e complicato. Cambiare a questa stazione vuol dire spesso attendere per 10-20 minuti.

 

In treno

I treni locali di Londra offrono servizi ferroviari efficienti che attraversano la città e si estendono al di là della rete metropolitana. Buona parte delle linee ferroviarie locali sono collegate con la metropolitana e accettano la Oyster Card. Vi è inoltre la Docklands Light Railway (DLR), che copre la zona est e sud-est di Londra. Il sito National Rail Enquiries fornisce informazioni utili sui servizi ferroviari di Londra, incluse linee, orari e tariffe. In alcuni casi il treno è un’opzione molto più veloce rispetto alla metro. Ad esempio, se volete visitare Richmond, recatevi alla stazione di London Waterloo e, prendendo il treno rapido, sarete lì in 15 minuti, mentre con la District Line si impiega quasi un’ora.

 

In autobus

I tipici bus a due piani non possono certo competere in velocità coi treni o la metro, ma avranno sicuramente il vantaggio di mostrarvi Londra in tutte le sue angolazioni e prospettive. Il consiglio è di prendere almeno un bus diverso al giorno (sedendovi preferibilmente al piano superiore). Uno dei bus più caratteristici è il 14 che si prende a Tottenham Court Road o a Piccadilly Road ed effettua un suggestivo percorso, passando da Hyde Park, Chelsea, South Kensington e Fulham. Se avete programmato di visitare lo Science Museum, il Natural History Museum o il Victoria and Albert Museum (quartiere di South Kensington), il 14 vi porterà esattamente lì. Potete prenderlo anche per andare da Harrods.

 

In bicicletta

Uno dei modi migliori e più divertenti per girare il centro di Londra è di noleggiare le bici fornite dal comune. Il servizio è gratuito se le usate per meno di 30 minuti, mentre per usufruirne per più tempo dovrete pagare alla stazione più vicina seguendo semplici istruzioni.  In centro  ce ne sono ogni 400-500 metri e sono riconoscibili grazie a cartelli blu simili a quelli della metro ma con la scritta CYCLE HIRE. La rete viene costantemente ampliata.

 

Travelcard e Oyster Card: acquisto e utilizzo 

Travelcard

La Travelcard è una tessera cartacea che vi consente di utilizzare tutti i mezzi pubblici londinesi risparmiando parecchio sul costo dei biglietti singoli. Ha validità da 1 a 7 giorni, nelle zone 1-2 o 1-6, a seconda delle vostre esigenze e del vostro itinerario di viaggio. Al momento dell’acquisto, dovrete indicare i giorni esatti del vostro viaggio, in quanto la Travelcard sarà valida esclusivamente in quel periodo. I prezzi variano da 12£ a 58£ scegliendo tra varie opzioni disponibili.

Oyster Card

È una tessera plastificata ricaricabile che dà accesso a tutta la rete di trasporti pubblici a Londra. A differenza della Travelcard, che è cartacea e può essere utilizzata solo in giorni prestabiliti, la Oyster Card può essere ricaricata e riutilizzarta ogni volta che tornerete a Londra. Ha un costo iniziale di 5£, che però potrete riavere indietro se al momento della vostra partenza deciderete di restituirla presso qualsiasi stazione o in uno dei tanti Oyster Ticket Stops. La scelta tra le due tessere per usufruire della rete dei trasporti pubblici dipende dalla durata del vostro soggiorno e dalle zone che volete visitare. 

Quale conviene di più?

Non c’è una risposta univoca a questa domanda. Dipende molto da quanto vi sposterete all’interno della Capitale  e da cosa visiterete. Come detto prima, la Travelcard ha un costo fisso che varia a seconda del numero di giorni di validità. Una volta pagato il costo iniziale, si ha diritto ad utilizzare illimitatamente i mezzi pubblici all’interno del periodo scelto. La Oyster Card, invece, non ha nessun costo fisso (a parte il costo di attivazione), ma va caricata di volta in volta. Da tale somma, verranno scalati i costi dei singoli viaggi fino a raggiungere un tetto massimo giornaliero. Una volta raggiunto tale tetto, si viaggia gratuitamente. Il tetto giornaliero della Oyster ( in zona 1-2 £6.40) è molto più basso del costo di una Travelcard da un giorno (£12.30).  Quindi, se il vostro soggiorno è di circa 3 o 4 giorni, conviene optare per la Oyster. Per periodi più lunghi, la Travelcard è invece più conveniente. Inoltre, se avete in programma di visitare attrazioni come la Torre di Londra, il London Eye, il museo delle cere Madam Tussauds, ecc., potrebbe essere molto  più conveniente acquistare un London Pass (specifico per ingressi multipli alle varie attrazioni) abbinato alla Travelcard.